Civile

No all'«uso su piazza», tassi validi solo se controfirmati

di Francesco Machina Grifeo

In un contratto di conto corrente, tassi e condizioni devono sempre essere approvati per iscritto da entrambe le parti a pena di nullità. Non può infatti ritenersi ancora valida la clausola che rinvia «agli usi su piazza», messi ormai fuori gioco dalla legge sulla trasparenza bancaria. Lo ha stabilito il Tribunale di Ferrara, con la sentenza del 7 giugno 2017 n. 602, accogliendo, parzialmente, l'opposizione del cliente e rideterminando gli importi dovuti. Il ricorrente si era opposto al ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?