Civile

Avvocato domiciliatario, la sottoscrizione del ricorso fa scattare il compenso

Francesco Machina Grifeo

L'avvocato domiciliatario a cui è stata rilasciata procura alle liti ha diritto alla corresponsione del compenso professionale anche se poi in concreto l'atto è stato redatto da altro legale, perché anche la semplice sottoscrizione del ricorso comporta «un'attività di controllo e soprattutto la responsabilità professionale». Con questa motivazione il Giudice di Pace di Milano, con la sentenza del 2 maggio 2017 n. 3849, ha confermato il decreto ingiuntivo per 3mila euro in favore del legale, asseverato dal Consiglio dell'ordine. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?