Civile

Se la spesa non era indifferibile nessun rimborso al condòmino

Francesco Machina Grifeo

Il proprietario dell'ultimo piano e del sottotetto non può procedere in via autonoma al «completo rifacimento della struttura di copertura del palazzo» e poi chiederne pro quota il pagamento agli altri condomini, qualificando i lavori come «indifferibili» ed «urgenti». Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 30 agosto 2017 n. 20528, rigettando il ricorso dei proprietari del piano attico. In primo grado, il Tribunale di Vicenza aveva dato ragione ai ricorrenti che avevano chiesto all'altra condomina ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?