Civile

Il condominio risponde sempre delle infiltrazioni

di Matteo Rezzonico

Il condominio è responsabile, a norma dell’articolo 2051 del Codice Civile, in tema di responsabilità da custodia, dei vizi e difetti della costruzione dell’edificio che provocano umidità ed infiltrazioni nei locali di proprietà di un condòmino. Non conta nulla che, nel progetto iniziale, i locali fossero indicati come cantine non abitabili. Ciò che conta è infatti che l’infiltrazione derivi da una parte comune (i muri perimetrali) e che il nesso causale tra il fatto (cioè l’insufficiente coibentazione/impermeabilizzazione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?