Civile

«Disciplinare» solo se c’è proporzionalità

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

Al fine di verificare se il licenziamento disciplinare è stato irrogato legittimamente, non si può prescindere da una pertinente valutazione sulla proporzionalità della misura sanzionatoria rispetto agli addebiti contestati al lavoratore, facendo riferimento sia al profilo oggettivo, sia al profilo soggettivo della complessiva condotta inadempiente ascritta al dipendente. La Cassazione osserva, in proposito, che la verifica degli elementi soggettivi che caratterizzano le azioni contestate al lavoratore sul piano disciplinare deve ricomprendere il profilo psicologico della condotta contestata al fine ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?