Civile

Condominio: il venditore non può tenersi la parte comune del cortile

di Patrizia Maciocchi

È nulla la clausola, contenuta nel contratto di vendita di un immobile all’interno di un condominio, con la quale viene esclusa dal trasferimento la proprietà di alcune delle parti comuni. La previsione avrebbe ,infatti, un doppio effetto in contrasto con il codice civile:  costringere un condomino a rinunciare alla parte “negata” e avallare una modifica delle quote millesimali. La Cassazione, con la sentenza 20216, respinge un ricorso con un cortile al centro della materia ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?