Civile

No al regresso se il condominio salda incautamente il terzo creditore

di Patrizia Maciocchi

Il condomino che paga “incautamente”al terzo creditore l’intera somma per i lavori fatti nelle parti comuni, non può rivalersi per la restituzione del denaro né sui singoli condomini né sul condominio. L’unica strada percorribile resta l’azione nei confronti degli altri partecipanti per ottenere l’indennizzo da ingiustificato arricchimento in virtù del vantaggio economico ottenuto grazie al suo “saldo”. La Cassazione, con lasentenza 20073 dell’11 agosto scorso, respinge il ricorso di un condomino il quale, a fronte di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?