Civile

Locazioni, clausola solve et repete non impedisce il recesso del conduttore

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La clausola solve et repete inserita un contratto di locazione ad uso non abitativo non impedisce al conduttore di esercitare la facoltà di recesso prevista dall'articolo 27 ultimo comma della legge 392/1978 nel caso in cui ricorrano gravi motivi. Tale clausola, infatti, con la quale si stabilisce che il debitore non può opporre eccezioni al fine di evitare o ritardare la sua prestazione, non può comportare per il debitore la rinuncia a servirsi di facoltà legali che non postulano ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?