Civile

Il magistrato non può offendere il sindaco

di Patrizia Maciocchi

La commissione disciplinare del Csm non può evitare la “punizione” al magistrato che dal suo profilo Facebook offende il sindaco di Roma, considerando il fatto di fatto di scarsa rilevanza, perché il primo cittadino non aveva percepito lo scritto come offensivo. Ai fini disciplinari pesa, infatti, la lesione che deriva all’immagine del magistrato da un fatto-reato. La Cassazione (sentenza 18987) accoglie il ricorso Pm contro la decisione del Csm di escludere l’illecito ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?