Civile

Per i vizi dell’opera denuncia solo quando la conoscenza è «piena»

di Antonino Porracciolo

Il termine di un anno per la denuncia dei vizi della costruzione decorre dal momento in cui il committente ha avuto conoscenza piena del difetto dell’opera appaltata, non essendo sufficiente una generica percezione di manifestazioni esteriori di vizi del bene. Lo ribadisce il tribunale di Taranto (giudice Coccioli) nella sentenza 1006 depositata lo scorso 6 aprile. La controversia scaturisce dalla richiesta di risarcimento di danni, avanzata da due coniugi nei confronti di una Srl per difetti dell’immobile ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?