Civile

Condominio, assemblea da riconvocare se l'amministratore chiude il verbale

Francesco Machina Grifeo

Se l'amministratore chiude il verbale dell'assemblea condominiale riunita «in seconda convocazione», perché la ritiene «ingovernabile», le eventuali successive deliberazioni assunte dai condomini rimasti, anche se rispettose del quorum, non sono valide. E ciò perché la seduta non può essere considerata come una «mera prosecuzione della precedente», essendo necessario convocare una nuova assemblea che rispetti le più estese maggioranze previste per la prima convocazione. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 26 luglio 2017 n. 18569, rigettando il ricorso ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?