Civile

Nullo e non inesistente l’appello se l’avvocato non ha eletto domicilio nel comune del giudice

di Mario Finocchiaro

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Qualora un avvocato, nel costituirsi in giudizio dinanzi a un tribunale diverso da quello cui è assegnato non elegga domicilio nel comune di quest'ultimo, non è inesistente, ma nullo - e, quindi passibile di sanatoria, per effetto della costituzione in giudizio della parte intimata - l'atto di appello notificato presso la cancelleria del giudice a quo anziché presso l'indirizzo di posta elettronica del procuratore costituito. Lo ha stabilito la Cassazione con l’ordinanza del 15 giugno 2017 n. 14958. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?