Civile

DIFFAMAZIONE - Cassazione n. 16482

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

I condomini che redigono il verbale non possono essere condannati per diffamazione solo per aver messo nero su bianco, gli umori dell'assemblea nel corso dell'intervento del presunto diffamato registrando “gli evidenti segni d'impazienza” dei partecipanti e prendendo atto che il ricorrente giustificava il suo voto contrario “con le solite motivazioni di tutti gli anni”. Il condomino “puntiglioso”, malgrado già condannato in primo grado per lite temeraria (la richiesta era il riconoscimento della diffamazione a suo danno) era tornato alla ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?