Civile

Il procuratore generale ad negotia è titolare di una legittimazione processuale non esclusiva

di Mario Finocchiaro

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il procuratore generale ad negotia, cui siano conferiti anche poteri di rappresentanza processuale, diviene titolare di una legittimazione processuale non esclusiva rispetto a quella originaria del rappresentato, il quale può subentrargli e sostituirlo in qualunque momento del processo, non escluso quello iniziale del grado, senza che l'avvenuto conferimento di mandato al difensore, a opera del rappresentante, comporti la necessità che questi appaia come sola parte legittimata quanto meno nell'atto introduttivo del giudizio o del grado, con possibilità di sostituzione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?