Civile

Consultazione dei documenti, rifiuto lecito se non tocca la difesa in caso di licenziamento

di Angelo Zambelli

Con la sentenza n. 15966 del 27 giugno scorso la Cassazione interviene su un aspetto del procedimento disciplinare spesso al centro di dispute giudiziarie, ossia l’esistenza o meno, in capo al dipendente privato, di un diritto alla consultazione dei documenti aziendali sui quali si fondano gli addebiti mossi dal datore di lavoro. La vicenda vede protagonista un lavoratore con mansioni di piazzista, licenziato per giusta causa «per essersi appropriato di merce mediante falsa indicazione dei “resi”», sulla base di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?