Civile

Il tribunale deve cercare la madre che aveva chiesto l’anonimato al momento del parto se il figlio lo chiede

di Patrizia Maciocchi

Il tribunale per i minorenni, su richiesta del figlio, deve contattare la madre che ha espresso la volontà di restare anonima al momento del parto, per sapere se ha cambiato idea. E deve farlo anche se il legislatore non ha dettato le norme procedimentali in base alle quali si può svolgere il “colloquio”. Le modalità per procedere all’ascolto della donna possono essere tratte dal quadro normativo interno e dai principi enunciati dalla Corte costituzionale con la sentenza ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?