Civile

Paga i danni il notaio che non adempie al «dovere di consiglio»

di Angelo Busani

Se sia stipulato, con atto notarile, un contratto preliminare di compravendita immobiliare, è dovere del notaio informare i clienti che la trascrizione nei Registri Immobiliari perde efficacia dopo tre anni, qualora il preliminare contenga obbligazioni (la promessa di stipula del contratto definitivo) di durata eccedente detto triennio. L’ha deciso la Cassazione nella sentenza n. 12482di ieri. La decisione è in linea con la giurisprudenza di legittimità che giustamente afferma il cosiddetto “dovere di consiglio” gravante sul notaio: vale a ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?