Civile

Se il sindaco «critica» il privato che ricorre al Tar non commette diffamazione

di Paola Rossi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Non commette diffamazione il sindaco che affigge un volantino dove stigmatizza come «spreco di denaro pubblico» il ricorso al Tar proposto da un'associazione contro le varianti stabilite dal Comune al Piano regolatore generale. E, anche se il ricorso è stato poi accolto. Così la Corte di cassazione, con l’ordinanza n. 12013/2017depositata ieri, respinge le lamentele dei due rappresentanti dell'associazione presa di mira dalle critiche del sindaco che avevano denunciato per diffamazione. La vicenda - Al primo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?