Civile

L'indipendenza a prova di requisiti

Il requisito di indipendenza dell’attestatore va interpretato in modo restrittivo. È quanto emerge dalla ordinanza della Corte di cassazione n. 9927 del 19 aprile 2017, aggiungendo quale nuovo elemento di valutazione la collaborazione strutturata dell’attestatore con l’advisor. Il professionista attestatore deve possedere i requisiti di cui all’articolo 67, comma 3, lettera d) della legge fallimentare, tra cui l’indipendenza rispetto al debitore ed a coloro che hanno interesse all’operazione di risanamento. Suscettibili di compromettere l’indipendenza sono, secondo presunzione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?