Civile

In caso di morte, sofferenze della vittima risarcite ai parenti

di Andrea A. Moramarco

I familiari hanno diritto al risarcimento del danno non patrimoniale sofferto dal loro congiunto, nel periodo intercorrente tra il sinistro e il decesso, qualora, durante la degenza, il danneggiato abbia avuto coscienza del proprio stato di sofferenza. Nel caso di specie, il Tribunale ha liquidato in via equitativa ai familiari della vittima il danno non patrimoniale sofferto da quest’ultima. Si è tenuto conto del tempo intercorso, della natura delle lesioni e dell’ininterrotta ospedalizzazione prima del decesso, avvenuto due ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?