Civile

Banche, nuovo accordo se aumenta il rischio voluto dal cliente

di Patrizia Maciocchi

La banca non può considerare una semplice «istruzione vincolante» l’ordine con il quale il cliente modifica la linea d’investimento, passando dalla conservativa alla speculativa, e dargli seguito senza fare un nuovo contratto. La Corte di cassazione (sentenza 10713) accoglie il ricorso di due sorelle, una delle quali aveva deciso di lanciarsi in un’ “operazione” più rischiosa passando da una linea bilanciata che prevedeva un 30% massimo di investimento azionario a una speculativa con la possibilità di investire il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?