Civile

Se il compagno muore la casa torna alla moglie separata

di Patrizia Maciocchi

Neppure la legge sulle Unioni civili consente alla convivente more uxorio di restare nell’immobile se, dopo la morte del compagno se la moglie separata e la figlia di questo ne reclamano il possesso. La compagna può restare il tempo ragionevole per trovare un alloggio. La Cassazione (sentenza 10377)sottolinea l’impossibilità di applicare al caso esaminato, perché non in vigore all’epoca dei fatti, la legge sulle unioni civili (76/2016) che fissa ora in 5 anni il tempo massimo di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?