Civile

Preliminare di permuta risolvibile se manca l'abitabilità

Francesco Machina Grifeo

Il principio di diritto espresso dalla Corte di cassazione secondo cui il contratto preliminare di compravendita è risolvibile per mancanza dei certificati di abitabilità, «può essere analogicamente esteso al caso del contratto preliminare di permuta, avuto riguardo all'identità dell'interesse sotteso ad entrambe le tipologie contrattuali, e cioè l'interesse dell'avente causa alla piena fruibilità e commerciabilità del bene immobile dedotto in contratto». Lo ha stabilito il Tribunale di Trento con la sentenza n. 155 del 13 febbraio 2017 accogliendo la ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?