Civile

Malati di Sla, sì al puntatore oculare al posto dell'interprete

di Francesco Machina Grifeo

Il Tribunale Venezia con un decreto dell'11 aprile scorso ha rigettato l'istanza per la nomina di un interprete per un malato di Sclerosi laterale amiotrofica riconoscendo la possibilità di utilizzare il puntatore oculare. Un provvedimento inedito emesso a seguito dell'istanza di un Notaio che chiedeva la nomina di un interprete, come previsto dagli articoli 56 e 57 della legge 16 febbraio 1913 n. 89, per la «parte che è interamente priva dell'udito», «ove il sordo non sappia leggere» ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?