Civile

Condizionatori «indispensabili», in condominio non si applicano le distanze minime

Francesco Machina Grifeo

C'è poco da fare contro i condizionatori d'aria installati nella parti comuni, ed anche con i tubi a vista sulla facciata, da parte di un condòmino. Per la Corte d'Appello di Palermo, sentenza del 15 febbraio 2017 n. 269, la loro presenza nelle unità abitative «è ormai divenuta necessaria se non addirittura indispensabile». Mentre le norme sulle «distanze minime tra le costruzioni» non sono applicabili agli apparecchi, visto il loro carattere non fisso, e comunque, così come in materia ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?