Civile

Vincitore di concorso, il Comune risarcisce l'assunzione tardiva

Francesco Machina Grifeo

Il Comune è tenuto a risarcire il danno patrimoniale subito dal vincitore ex equo di un concorso nel caso in cui l'abbia assunto con 17 anni di ritardo, preferendogli con un atto poi dichiarato illegittimo l’altro candidato. Lo hanno stabilito le Sezioni unite civili della Corte di cassazione, con la sentenza 4 aprile 2017 n. 8687, rigettando il ricorso di un municipio calabrese e chiarendo che la giurisdizione era stata correttamente esercitata dal giudice ordinario e non da quello ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?