Civile

Il cda può «parlare» con i soci di controllo

di Andrea Zoppini

Sempre più frequentemente i cda delle società quotatesi interrogano se sia legittimo che gli amministratori intrattengano rapporti privilegiati e selettivi con il socio di controllo. Il dubbio nasce dal fatto che lo scambio di informazioni tra gli amministratori e i soci, di maggioranza o di minoranza, non trova espressa disciplina nelle norme di legge, né nelle disposizioni regolamentari. Esso, inoltre, sembrerebbe apparentemente violare il principio di eguaglianza e di parità di trattamento tra gli azionisti. In realtà, fermo restando ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?