Civile

Niente licenziamento se la denuncia di fatti illeciti aziendali è senza un intento calunnioso

a cura della Redazione PlusPlus24 Diritto

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Lavoro - Lavoro subordinato - Estinzione del rapporto - Licenziamento - Ipotesi di denuncia di condotte illecite del datore - Giusta causa di recesso - Esclusione - Limiti - Intento calunnioso del lavoratore. La denuncia da parte del lavoratore di fatti illeciti avvenuti in azienda, astrattamente integranti ipotesi di reato, non integra di per sé condotta sanzionabile con un licenziamento per giusta causa, salva l’ipotesi in cui il lavoratore abbia consapevolmente ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?