Civile

Interest rate swap, la banca rimborsa la società se il rischio non è coperto

Francesco Machina Grifeo

La banca risponde dei danni subiti dall'azienda se lo strumento finanziario – Interest rate swap – di copertura del rischio non è centrato sulle finalità dedotte nel contratto – fluttuazione dei tassi di interesse - e dunque non soddisfa le esigenze del cliente, anche se si tratta di una azienda o comunque di un operatore qualificato. Lo ha stabilito il Tribunale di Milano, sentenza 10049/2016, condannando la Banca nazionale del lavoro a rimborsare oltre 10 milioni di euro, mediante ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?