Civile

Il fallimento dell'azienda non è ostativo alla pronuncia di reintegra del lavoratore licenziato

a cura della Redazione di PlusPlus24 Diritto

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Licenziamento - Impugnazione - Fallimento dell'azienda nelle more del giudizio - Sentenza dichiarativa di illegittimità - Mancata pronuncia in ordine alla reintegrazione del lavoratore - Diritto alla reintegra - Sussistenza - Motivi. In caso di impugnazione del licenziamento e a seguito di dichiarazione di illegittimità o di inefficacia dello stesso, qualora nelle more del giudizio la società datrice sia fallita con conseguente cessazione dell'attività produttiva, sussiste comunque il diritto del lavoratore alla pronuncia di reintegra nel posto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?