Civile

Se si guarisce prima del termine si deve tornare al lavoro

di Massimiliano Biolchini e Cristina Brevi

È legittimo il licenziamento per giusta causa di un lavoratore che, in malattia per un infortunio alla caviglia, viene sorpreso a lavorare nell’azienda di famiglia nonostante fosse già completamente guarito. Così si è pronunciata la Corte di cassazione, con sentenza n. 3630 del 10 febbraio 2017, compiendo un significativo passo in avanti rispetto all’orientamento prevalente sul punto. Nel caso di specie il lavoratore era stato ripreso da un investigatore privato mentre aiutava la moglie nella rosticceria di quest’ultima, riscaldando ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?