Civile

Niente sospensione per il commercialista: reato solo se i documenti falsi vengono usati in dichiarazione

di Patrizia Maciocchi

Revocata la misura della sospensione dall’esercizio della professione per il commercialista accusato di concorso evasione fiscale, se i documenti che attestano operazioni fittizie sono stati formati dopo la presentazione della dichiarazione dei redditi della società cliente dell’indagato. La Cassazione (sentenza 7941) accoglie il ricorso del professionista contro uno stop di due mesi. Il meccanismo incriminato, secondo l’accusa, consisteva nella predisposizione, da parte di complici dei clienti della società, di documenti che attestavano l’esecuzione di prestazi0ni ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?