Civile

Pubblica amministrazione, per i contratti serve la forma scritta

di Andrea A. Moramarco

La mera corrispondenza epistolare tra un privato e una Pa non assume alcuna rilevanza giuridica se non è seguita dalla stipulazione di un contratto in forma scritta. I contratti con le Pa, infatti, devono essere redatti in forma scritta a pena di nullità, al fine di consentire il regolare svolgimento dell’attività dell’ente e di verificare la necessaria copertura finanziaria. Ricordando questa regola, il Tribunale ha accolto l’appello di un Comune condannato dal giudice di pace a pagare delle somme ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?