Civile

Pubblicità comparativa illegittima se i confronti fra prezzi non indicano le dimensioni dei negozi

di Marina Castellaneta

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La pubblicità comparativa deve indicare, in alcuni casi, le dimensioni dei punti vendita. La Corte di giustizia dell’Unione europea, con la sentenza di ieri (C-562/15), pone un freno a confronti asimmetrici e vieta le comparazioni di prezzi di prodotti venduti in negozi diversi per tipologia e dimensioni, se i punti vendita fanno parte di insegne che hanno una gamma di negozi di diverse dimensioni. A rivolgersi ai giudici di Lussemburgo è stata la Corte d’appello di Parigi, chiamata a ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?