Civile

Il «prezzo» per salvare la patente è legittimo

di Maurizio Caprino

Il “prezzo dell’anonimato” è “giusto”. La Consulta (ordinanza 12/2017) ha dichiarato inammissibile la questione di legittimità costituzionale sulla sanzione (oggi di 286 euro) prevista dall’articolo 126-bis del Codice della strada per omessa comunicazione del conducente quando si riceve un verbale d’infrazione. In pratica, è la multa supplementare pagando la quale è possibile evitare la decurtazione dei punti e la sospensione della patente se la persona che guidava non era stata identificata subito. Dunque, si “salva” la licenza di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?