Civile

Concordato, taglio dell’Iva senza transazione

di Giuseppe Acciaro

Dal 1° gennaio scorso il debitore deve ricorrere alla transazione fiscale per proporre il pagamento parziale dei tributi - comprese Iva e ritenute - nel concordato preventivo e negli accordi di ristrutturazione dei debiti. Lo ha previsto la legge di bilancio (articolo 1, comma 81, legge 232/2016), che ha modificato l’articolo 182-ter della legge fallimentare(regio decreto 267/1942). Invece, fino al 31 dicembre 2016 continua a operare un “doppio binario” alternativo: il debitore può accedere alla transazione fiscale, pagando però ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?