Civile

Telecom non deve restituire 0,11 euro di Iva su fatture, causa ammissibile perché seriale

Francesco Machina Grifeo

Non è inammissibile, in quanto di «infimo valore», l'appello di Telecom Italia contro la sentenza del giudice di pace che l'ha condannata a restituire ad un cliente la somma di 0,11 euro, pari all'Iva applicata sulle tariffe postali di spedizione della fattura. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, ordinanza 25 gennaio 2017 n. 1925, considerato che la legge ha previsto proprio per questo genere di cause la possibilità di promuovere class action senza soglie di valore, la qual ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?