Civile

Polizza vita, no all'indennizzo per chi ha taciuto la psicosi cronica

Francesco Machina Grifeo

In una polizza vita, è legittimo il rifiuto dell'istituto assicurativo di pagare l'indennizzo per la morte dell'assicurato che non abbia dichiarato di essere affetto da una «psicosi cronica». Lo ha stabilito il Tribunale di Aosta, con la sentenza del 24 ottobre 2016 n. 323, rigettando il ricorso degli eredi. Il de cuius, titolare di una impresa individuale, aveva richiesto un finanziamento di 53mila euro, concesso nella forma del mutuo agrario, con durata di 60 mesi, contraendo simultaneamente una polizza ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?