Civile

Acquisto immobili, la volontà delle parti si può dedurre dalle planimetrie

di Paolo Accoti

Le piante planimetriche, alle quali i contraenti fanno riferimento per la descrizione dell’immobile oggetto di compravendita, se allegate al contratto d’acquisto, sono indispensabili per ricostruire la reale volontà delle parti in caso di non coincidenza tra la descrizione dell’immobile e la raffigurazione grafica in planimetria. Spetta al giudice di merito ricostruire l’effettiva volontà dei contraenti in base all’esame del contratto, comprese le rappresentazione grafiche allegate. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?