Civile

Niente danno all'immagine per il giudice se il giornalista sottrae furtivamente documenti riservati

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'illecita sottrazione di documenti coperti dal segreto istruttorio dalla scrivania del magistrato assegnatario del fascicolo e la successiva divulgazione delle notizie destinate a rimanere riservate non costituiscono una condotta idonea ad integrare un pregiudizio risarcibile in capo al giudice, non potendo arrecare a costui alcun danno diretto e personale. L'interesse oggetto di tutela è, infatti, il corretto funzionamento della giustizia, che viene pregiudicato dalla divulgazione di notizie destinate a rimanere riservate durante il compimento delle indagini. Con questa argomentazione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?