Civile

FAMIGLIA E FILIAZIONE - Cassazione n. 26767

No all'azione di disconoscimento di paternità promossa dal curatore speciale del figlio minore e fondata solo sul presupposto che la verità biologica deve prevalere sullo status conseguito. Il quadro normativo attuale impone, infatti, un bilanciamento tra l'esigenza di affermare la verità biologica con l'interesse alla stabilità dei rapporti familiari, con la conseguenza che è sempre necessario effettuare un accertamento concreto dell'interesse del minore con particolare riferimento agli effetti del provvedimento richiesto in relazione all'esigenza di uno sviluppo armonico dal ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?