Civile

Curatore, no al disconoscimento di paternità se pregiudica interessi del minore

Francesco Machina Grifeo

Bocciata l'azione di disconoscimento della paternità promossa dal curatore speciale del figlio minore, a seguito della scoperta dell'assenza di un legame biologico, senza valutare se essa risponda o meno all'interesse del minore. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 26767/2016, accogliendo il ricorso del padre. In primo grado il Tribunale di Ancona aveva rigettato la domanda del curatore ma la Corte di appello, ribaltando il giudizio, ha dichiarato che l'attuale ricorrente non era il padre biologico ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?