Civile

Inammissibilità solo se il debitore risulta «recidivo»

di Enrico Comparotto

Tra i nodi interpretativi affrontati dal documento Cndcec dello scorso mese, c’è anche quello delle ipotesi di inammissibilità della proposta di accordo e, segnatamente, sulle ripercussioni derivanti al soggetto indebitato dall’aver fatto ricorso, nei precedenti cinque anni, a procedimenti regolati dalla legge 3/2012 (articolo 7, comma 2, lettera b). Si chiede, in buona sostanza, il Cndcec se la preclusione in esame operi per il solo e semplice fatto di aver avviato uno dei rimedi disciplinati dalla legge di composizione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?