Civile

Sulla revisione dell’affidamento decide il giudice più vicino ai figli

di Giorgio Vaccaro

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Deve essere sempre presentato al giudice più vicino ai minori il ricorso per chiedere la revisione delle disposizioni sull’affidamento dei figli in base all’articolo 337-quinquies del Codice civile. Quindi il giudice «di prossimità» prevale su quello che ha regolato in passato l’equilibrio dell’esercizio della genitorialità, “spostando” la residenza dei figli. Lo ha affermato la Cassazione con l’ordinanza 25636 del 14 dicembre 2016(presidente Dogliotti, relatore Genovese). La questione - Si tratta di un principio che gli operatori ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?