Civile

No al trasferimento del dipendente anche se il familiare assistito non è grave

Francesco Machina Grifeo

Il lavoratore che assiste un familiare disabile convivente - in questo caso la madre - ha diritto a non essere trasferito anche se privo dei benefici della legge 104 ed anche se l'infermità non è grave. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 12 dicembre 2016 n. 25379, accogliendo il ricorso di una dipendente contro il provvedimento di trasferimento (e poi di licenziamento) comminatole da una società per azioni. Per la Corte di appello di Roma ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?