Civile

Il dissenso alla mediazione deve essere consapevole, informato e motivato

di Marco Marinaro

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La comunicazione con la quale la parte invitata in mediazione anticipa per iscritto il suo rifiuto a partecipare al primo incontro costituisce un atto di mera cortesia se contiene soltanto l'enunciazione dei motivi di tale assenza e, pertanto, non assume alcuna idoneità a giustificare tale mancata partecipazione e non esonera la stessa parte dalle conseguenti responsabilità. Peraltro, il dissenso alla mediazione, ai fini della sua validità, deve essere non solo personale, ma anche consapevole, informato e, soprattutto, motivato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?