Civile

In appello non basta invocare la violazione dei termine di comparizione in primo grado

Giampaolo Piagnerelli

Nel contenzioso civile l'appellante non può limitarsi a invocare la violazione del termine di comparizione in primo grado, ma deve addurre specificamente l'attività difensiva e di merito che avrebbe inteso svolgere e che gli è stata in concreto impedita per non ridurre il processo a un mero esercizio di stile o su vuote regole. Questo il principio espresso dalla Cassazione con l'ordinanza n. 25074/2016. Cosa prevede il cpc - La Corte a tal proposito ha ricordato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?