Civile

L’ANALISI/ I contraccolpi della deregulation

di Marcello Fiorini

La discussa circolare n. 6/2015, nell'impartire le istruzioni per «l'uniforme ed omogenea applicazione sul piano nazionale delle nuove norme», ha cura di precisare che «l'ufficiale dello stato civile è tenuto a recepire quanto concordato dalle parti, senza entrare nel merito della somma consensualmente decisa, né della congruità della stessa». Il che significa che nessuna valutazione potrà mai essere compiuta dall'ufficiale dello stato civile, neppure di fronte a un'evidente disparità (culturale, economica, sociale) delle parti dichiaranti. La procedura de qua, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?