Civile

Licenziamento: il ripensamento del datore costringe il dipendente a una risposta tempestiva

Giampaolo Piagnerelli

Il lavoratore, prima licenziato e, che riceva poi una proposta di revoca del licenziamento con l'invito a riprendere servizio, deve comunque fornire una risposta tempestiva al datore. In caso contrario l’indennità su cui potrà contare saranno solo cinque e non quindici mensilità. A chiarirlo la Cassazione con la sentenza 17 novembre 2016 n. 23435. La vicenda - Alla base della sentenza una vicenda in cui il tribunale di Palermo con sentenza 20 maggio 2010 aveva accertato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?