Civile

Avvocato pagato anche se presenta in ritardo l’istanza

di Selene Pascasi

Salvo il diritto al compenso, per l’avvocato della parte ammessa al patrocinio statale che depositi in ritardo l’istanza di liquidazione. Ciò, anche se, decorsi i termini previsti dal Testo Unico sulle spese di giustizia, il Tribunale abbia pronunciato il «non luogo a provvedere» sulla domanda. Il legale, infatti, pur senza impugnare tale decisione, può sempre attivarsi con giudizio ordinario per chiedere il pagamento delle spettanze. A precisarlo, è il Tribunale civile di Milano, con ordinanza del 17 settembre 2016. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?